mercoledì 7 gennaio 2015

7 gennaio

Si ritorna ai ritmi quotidiani, si sono accumulati impegni ed appuntamenti. Le decisioni da prendere sono tante e alcune complesse ma dopo tutti questi giorni bellissimi mi sento rigenerata e carica di energia positiva. Sì perchè sono stati giorni pieni ed emozionanti. Le emozioni sono state tutte forti, gli incontri con parenti amati ed affettuosi hanno reso il Natale più caloroso e familiare, le lunghissime passeggiate nella città del cuore hanno riportato alla mente ricordi tutti colorati dalla giovinezza, la scoperta di nuovi luoghi hanno arricchito la mente e riempito gli occhi di meraviglie, la compagnia di amici cari e cordiali mi hanno fatto ridere e hanno alleggerito lo spirito.

Non ci siamo risparmiati il freddo gelido di un vento sconosciuto per quelle latitudini e la neve ha imbiancato gli aranceti, il sole però non ci è mai mancato, così siamo riusciti a visitare luoghi stupendi come Pompei, Ercolano, Oplontis, Salerno, Paestum ed infine Matera che è stata una sorpresa grandiosa.

Ho letto poco, mangiato tanto, camminato fino allo sfinimento (e così i danni per la linea sono stati davvero limitati) ma è stato davvero un viaggio ricco ed appagante.

Ho anche abbracciato il mio dolcissimo nipotino dagli occhi azzurri e profondi, permeati di una tristezza infinita ma sempre curiosi come quelli di tutti i bambini. Gli ho letto delle pagine di un bel libro che gli avevo portato e lui ha molto gradito (grazie stefania) me lo sono tenuto stretto ed il suo calore era il mio. Mi ha chiesto se ero contenta di essere andata a trovarlo perchè lui era molto contento di vedermi, mi ha fatto vedere il suo nuovo trenino, la camera piena di giochi che non usa, mi ha portato un grande foglio verde per fare l'origami che però non ho saputo fare. Ho guardato gli occhi dei suoi genitori persi nel dolore, e mi si è stretto il cuore. Andandomene ho pianto e mi sono sentita disperata per la mia inutilità e l'inutilità di una così grande sofferenza senza un perchè e senza giustizia.

Ora è un nuovo anno e il tempo mi sospinge avanti, ho anche un anno in più,  e cercherò di fare mia la consapevolezza che sono fortunata e devo sempre essere grata per tutto quello che di bello ho, ed è veramente tanto.


13 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie che sia per entrambe l'anno della svolta!

      Elimina
  2. Buon anno a te!
    Capita spesso di non poter accontentare le persone come vorremmo, ma quando la cosa non è voluta, non dobbiamo sentirci eccessivamente in colpa.
    La vita è troppo varia, interessante e (qualche volta) anche bella perchè si debba arrivare al punto di rovinarcela con rimorsi o rimpianti. O almeno, questo è quello che credo.
    L'anno nuovo "porterà una trasformazione", come cantava Lucio Dalla? Chissà. Intanto, la prima trasformazione rigurada quel che noi vorremo/potremo trasformare di noi stessi.
    "Consapevolezza" è la parola-chiave; proprio quella consapevolezza cui accenni a fine post.
    Buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il bel commento!
      Distinguerei bene la differenza tra rimorsi, che spero di non avere, e rimpianti che cerco di evitare, soprattutto oggi.

      Elimina
  3. Errata corrige: riguarda, non RIGURADA.

    RispondiElimina
  4. BELLISSIMO racconto...riempie il cuore - grazie

    RispondiElimina
  5. Durante queste vacanze mi è capitato spesso di pensare al tuo nipotino e avevo il proposito di mandarti una mail per chiederti di lui, e qui trovo la risposta...
    E pensa un po', proprio il giorno del l'epifania ho pensato la stessa cosa, sono fortunata, ora, qui adesso. E non devo scordar lo neanche un momento. Buona ripresa Margherita :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, servono i pensieri belli di tutti per sognare in una sua guarigione!

      Elimina
  6. Le notizie del tuo nipotino, le tue passeggiate. Forza Margherita continua così e speriamo che il nuovo anno porti un po' di serenità a te, al nipotino e ai genitori con gli occhi pieni di tristezza, sperando che questa tristezza si possa attenuare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deve attenuarsi, ogni giorno è un giorno in più e speriamo sempre nei miracoli della scienza

      Elimina
  7. Auguri anche da me, margherita.
    onda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima. Sapere che ci sei mi rincuora, le pagine silenziose mi mettono sempre in apprensione ^_^

      Elimina