venerdì 4 gennaio 2013

4 gennaio 1956


Faceva freddo e loro due con le loro enormi pance camminavano quasi spedite lungo il viale che dalla stazione portava ai loro minuscoli appartamentini contigui. Mancavano per entrambe pochi giorni alla nascita dei tanto attesi eredi e il loro cicaleccio nonostante il fiatone era incessante.  Portavano quei buffi vestiti pieni di piegoline che ormai erano tutte aperte vista la dimensione del giro vita, ma si sentivano lo stesso così eleganti,  proprio due signore.  
All’arrivo a casa eccoti una gran bella sorpresa la lavatrice aveva disperso acqua ovunque e non era il caso di aspettare il rientro dei consorti per asciugare il tutto. Così presero in mano secchi e stracci e cominciarono a lavorare con l’agilità che il loro stato permetteva.  Ma non avevano pensato che tutto questo avrebbe dato l’avvio ai rispettivi parti. Credo che il papà, allora medico alle prime guardie, abbia accompagnato la mamma in ospedale cercando di farla entrare a spinta nella loro Topolino. 
Dopo questa bella faticata per prima sono nata io ed il giorno seguente Augusto,  siamo anche stati nella stessa culla ed allattati insieme visto che la Nora lavorava (una volta le tutele delle lavoratrici madri erano un bel sogno) la mia mamma che aveva più tempo e più latte si prendeva cura di entrambi . Io ero proprio piccina, 2kg, e buona buona, lui invece era bello grande e piangeva un sacco. Ma nel giro di poco tempo mi sono ripresa, anche per quanto riguarda il pianto! 

 gennaio 56

marzo 56

 Tanti auguri a me!
Che sono 57, ormai sono quasi arrivata alla prossima decina . Non voglio fare bilanci né propositi cui poi difficilmente terrò fede.
Mi auguro un anno meno stropicciato di questo appena trascorso ma non meno intenso di sorprese belle e di soddisfazioni , spero che le difficoltà si appianino e che i miei cari stiano sempre bene e tutti trovino la giusta strada.
Ho già ricevuto dei bellissimi regali e mi potrò produrre in ulteriori esibizioni in cucina,( mi hanno detto che i biscotti devo farli più belli e che devo imparare a fare meglio la pasta) mi applicherò ! 

20 commenti:

  1. Margherita! TANTI AUGURI! abbiamo solo 4 mesi di differenza!! Faceva un freddo cane quell'inverno!!!
    Eh, che ricordi!!!
    Ancora auguri di un 2013 più sereno! Un abbraccio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ricordo bene la temperatura ma visto che vado dalla mamma chiederò!Grazie mille

      Elimina
  2. Che bella storia! tanti auguri a te, tanti auguri a voi!

    RispondiElimina
  3. Tanti tanti Auguri... che bello pensare al compleanno dal giorno della tua nascita, il '56, l'anno della famosa nevicata... Le foto di un tempo fanno un certo effetto, sono così tenere.
    Besos

    RispondiElimina
  4. Bellissima storia per raccontare... la propria.
    Tantissimi auguri con l'augurio di un nuovo anno, e compleanno, favolosi.
    ^___^

    RispondiElimina
  5. tantissimi auguri Margherita, che bella storia, complimenti.

    RispondiElimina
  6. Tanti tanti auguri Margherita di cuore e Grazie è arrivato il tuo pacchetto intero... baci baci!!!sei stata veramente molto gentile!!

    RispondiElimina
  7. Tanti auguri cara, bellissime foto..
    I biscotti non debbono essre belli, ma BUONI!

    RispondiElimina
  8. Auguri Margherita, e che bella storia!

    RispondiElimina
  9. auguri anche da qui...ormai te li ho fatti in tutti i luoghi e in tutti i laghi:-DDD

    RispondiElimina
  10. Marghe tanti auguri! E' un racconto tenerissimo, sorrido a pensare le due amiche con i loro ingombranti pancioni intente ad asciugare l'acqua della lavatrice rotta.

    RispondiElimina
  11. Ringrazio tutti per gli auguri ed i commenti. Un abbraccio collettivo forte forte ^_^

    RispondiElimina
  12. AUGURISSIMI!!
    Tenere le foto e tenero il racconto...buoni biscotti! ;)

    RispondiElimina
  13. Tre mesi e 4 giorni meno di me...:) Auguri di cuore cara, e che tutte le tue speranze di un sereno 2013 possano essere realtà!

    RispondiElimina