giovedì 4 aprile 2013

voglia di raccontare

Ho letto altrove che scriviamo non solo per noi stessi, per mettere in fila i nostri pensieri, soprattutto per essere letti. E' una gran verità, se no che gusto c'è tenere un blog pubblico e lasciarlo vuoto, in bianco? Non avevo più voglia di condividere le mie malinconie e le mie gioie. Per un po' mi è sembrato inutile e soprattutto vano. Ma mi è tornata la voglia di condividere qualche piccola parte della mia vita. La mia è una vita normale, tranquilla, relativamente serena. Vivo momenti molto tristi ed anche gioie profonde. Attualmente diciamo che và ..... sto riprendendo fiato, mi dedico a me stessa con rinnovato fervore e determinazione, lascio che i giorni scorrano lenti e lievi e ne assaporo la quiete. Cerco di non farmi troppo angosciare dalle notizie politiche (forse faccio un po' lo struzzo), leggo dei buoni libri, mi rilasso con ruzzle, cucino tanto, ma cerco di fare tutto senza fretta, pianificando le mie giornate con tempi piuttosto dilatati. Sono fortunata perchè posso farlo ed  è un vero privilegio, ragione di più per godermi questo momento.
Per la prima volta oggi sono riuscita a fare un gran bel giro in bicicletta, peccato per la condizione drammatica delle strade che sono tutte un buco, ma c'era il sole e non ne potevo fare a meno. Pedalare mi ha dato un senso di libertà profondo, i profumi di questa piovosa primavera mi hanno investita all'improvviso e mi hanno rassicurata, è davvero arrivata la bella stagione. Le previsioni meteo parlano di altre piogge ma oggi mi sono proprio goduta un paio d'ore di vento e sole!
Ci saranno altre difficoltà, problemi, ansie, angosce da affrontare perchè la vita è anche questo. Ma la vita è adesso e preferisco fare scorta di emozioni positive, chissà che mi aiutino ad affrontare i momenti difficili che verranno.

11 commenti:

  1. Condivido lo spirito positivo, aiuta ad affrontare meglio i momenti meno facili.
    E speriamo che arrivi il bel tempo, il sole aiuta molto a migliorare l'umore.

    RispondiElimina
  2. ma certo! è proprio questo lo spirito giusto!
    continua a scrivere, sempre e comunque: è terapeutico! e poi condivido pienamente con te l'idea di ricaricarsi facendo movimento all'aperto in queste prime giornate di sole :) un caldo abbraccio

    RispondiElimina
  3. la bicicletta regala delle sensazioni di gioia e felicità ad ogni età e in ogni momento della nostra vita... certo se è nella natura ancora meglio

    bello cucinare e leggere i libri
    cucinare regala calore e i libri ti fanno entrare in altri mondi...
    io per esempio ieri sera ero in Francia e a proposito... ho fatto le 3 di notte per finire un libro

    penso che scrivere sia terapeutico in ogni senso
    si fa per noi stessi sempre e ci libera da tanti piccoli paletti che pensavamo di avere e che improvvisamente ci fanno mettere tutto in fila e tutto torna... non trovi?!!

    ciao cara

    RispondiElimina
  4. Scrivere fa sempre bene, secondo me, che si venga letti o meno. Aiuta a mettere ordine dentro se stessi e anche a ridere un po' delle proprie preoccupazioni. Anche solo descrivere un bel giro in bicicletta respirando i profumi della natura fa sentire meglio se stessi e anche noi, gli altri, che ti leggiamo.

    RispondiElimina
  5. che bel post!
    bisogna che ricomincio a scrivere.....

    RispondiElimina
  6. E vero i lunghi giri in bicicletta sono un toccasana, ti rigenerano. anch'io a Pasqua sono riuscita a pedalare un po' in campagna ed è stato un momento veramente piacevole.

    RispondiElimina
  7. e allora scrivi! bentornata :-)

    RispondiElimina
  8. Brava, un bellissimo proposito ... a volte ci lasciamo abbracciare un po' troppo dalla malinconia invece di reagire e riprendere vigore dai bei ricordi... giusto farne ancora una bella scorta. :-)

    Ciao, Fior

    RispondiElimina
  9. immergersi nella natura aiuta molto a scaricare tensioni ed andare in bicicletta effettivamente da una sensazione di libertà e di leggerezza! Buona domenica!

    RispondiElimina
  10. Hai scritto bene....i momenti positivi servono come scorta nella vita

    RispondiElimina
  11. che bello, dovrei procurarmi una bici anche io, ma in famiglia fanno orecchie da mercante

    RispondiElimina