lunedì 11 giugno 2018

Ulster e dintorni

Bagagli disfatti, lavatrice in funzione, ferro da stiro scalpitante .... 
tutto torna alla normalità , o quasi.
L'Irlanda non ha tradito le aspettative, soprattutto ci ha stupiti 
con un tempo a dir poco spettacolare. 
Andiamo e veniamo da Dublino da 11 anni 
e non ci era mai successo di trovare 
così tanto sole, solo 2 mezze giornate di nuvolo 
per il resto cielo terso, venticello e sole alto,
 giornate lunghissime e temperature gradevoli. 
Una meraviglia.

Abbiamo trascorso alcuni giorni a Dublino, durante i quali, oltre a delle divertenti puntate nei centri commerciali, abbiamo passeggiato lungo le spiagge di Mahalide, Portmanrock e Howth.


Avevamo programmato di scoprire il nord dell'Irlanda 
perciò ci siamo attrezzati di un'auto a noleggio 
e impavidi (per la guida a destra) abbiamo puntato il navigatore 
verso Derry, abbiamo attraversato la campagna irlandese
 gustandoci lo smagliante verde dei prati nel suo massimo splendore.
 Abbiamo così scoperto cittadine ricche di storia e 
di turismo, molto curate e confortevoli. 

Derry Murales

Derry

Le spiagge immense erano affollate di persone entusiaste 
di cotanto calore, io avrei qualcosa da obbiettare ma 
non faccio testo visto che sono freddolosa. 
Il vento ha spazzato tutte le nuvole ed il mare 
si confondeva con il cielo regalandoci panorami mozzafiato. 



Dopo aver visitato le località più importanti, come facciamo sempre,
 abbiamo lasciato che il satellitare ci guidasse lungo 
le stradine secondarie, così abbiamo potuto ammirare
 gli agglomerati rurali che sono veramente graziosi, 
ordinati e puliti. Le strade sono strette ed è tutto un saliscendi 
tra muretti a secco e alte siepi di bosso. 
Le ginestre fulgenti di fiori accolti, sono ovunque,
 tra un sasso ed una pietra trovano modo di vivere
 e sopravvivere in abbondanza. 
Vista la stagione così favorevole era un tripudio 
di colori, rosa, viola, azzurro e verde smeraldo, 
a riempire gli occhi di un meraviglioso arcobaleno. 


Dark of hedges (Game of Trohnes)




ponte di Derry 

Ginestre

Museo del Lino 

Viaggiare continua ad essere la mia attività preferita,
 sono curiosa ed entusiasta, 
anche questo viaggio mi ha lasciato tanti ricordi 
difficili da dimenticare, per gli incontri con una popolazione gentile, 
per la natura esplosiva, per la storia affascinante 
di questa regione.   

2 commenti:

  1. Grazie per le foto...hai fatto viaggiare un po' anche me... visto che l'Irlanda è il mio viaggio sogno nel cassetto.

    RispondiElimina
  2. L'Irlanda non è poi così lontana!

    RispondiElimina